The heart of the Father: God does not desire loss of any souls

Dio non vuole la nostra condanna, ma la nostra salvezza. Dio non vuole la condanna di nessuno, qualcuno potrà dirmi che la condanna di Pilato potrebbe essere giusta, o anche di Giuda, ma invece no! Il Dio della Misericordia vuole salvare tutti, il problema è chi vuole farsi davvero entrare Dio nel cuore . . . Ecco cosa il Signore dice attraverso il profeta Ezechiele: “Forse che io ho piacere della morte del malvagio […] o non piuttosto che desista dalla sua condotta e viva?” Questo piace a Dio. Questo è il cuore di Dio, un cuore di Padre che ama e vuole che i suoi figli vivano nel bene e nella giustizia, e perciò vivano in pienezza e siano felici. Un cuore di Padre che va al di là del nostro piccolo concetto di giustizia, per aprirci agli orizzonti sconfinati della sua misericordia – Papa Francesco, Udienza Generale del 2/3/2016.

“God does not want our condemnation, but our salvation. God does not want the condemnation of anyone. Someone could tell me that the condemnation of Pilate could be considered just, or even that of Judas, but no! The God of Mercy wants to save us all, the problem is who really wants to allow God to enter into his heart . . . Here is what the Lord says through the prophet Ezekiel: “Do I take any pleasure in the death of the wicked […] or rather that he desists from his evil ways and live?” This is what is pleasing to God. This is the heart of God, the heart of a Father who loves and wants that His children live in goodness and justice, thus live in fullness and become happy. The heart of a Father who goes beyond our narrow concept of justice, to open up for us the boundless horizons of His mercy” – Pope Francis, General Audience on 2/3/2016 in Saint Peter’s Square, Vatican City.