Lettera aperta a Pietro / Open letter to Peter

In verita’ ti dico che questa stessa notte, prima che il gallo canti, tu mi rinnegherai tre volte (Matt 26:34).

Pietro, riguardo la tua lettera ai vescovi argentini dove spieghi la ‘corretta interpretazione’ di capitolo VIII della tua esortazione apostolica Amoris Laetitia, sulla recezione del sacramento dell’Eucaristia per i divorziati risposati senza annullamento valido: ti sbagli. E tu lo sai molto bene questo nel profondo del tuo cuore e della tua anima. Quello che hai detto non e’ possibile perche’

Chiunque mangera’ il pane o berra’ il calice del Signore indegnamente, sara’ colpevole verso il corpo ed il sangue del Signore . . . Chi mangia e beve, mangia e beve un giudizio su se stesso, se non discerne il corpo del Signore (1 Cor 11:27,29).

Pietro, sai molto bene che il tuo ufficio non ti appartiene per la tua gratificazione, ma per portare i figli nel grembo del Cuore Divino di Dio nostro Padre. Questo e’ l’unico ambito del tuo ufficio; nessun altro. Allora, Pietro, non fare come il tuo antenato! Non diventare lo strumento temporaneo dell’oscurita’ in un mondo che muore per la luce. Correggi il tuo errore e revochi quello che hai detto!


In truth I say to you that in this night before the cock crows, you will deny me three times (Mt 26:34).

Peter, regarding your letter to the Argentinian bishops whereby you explain the ‘correct interpretation’ of chapter eight of your apostolic exhortation Amoris Laetitia, about reception of the sacrament of the Eucharist for the divorced and remarried without valid annulment: you are wrong. And you know this very well in the depths of your heart and soul. What you have said is not possible because

Whoever shall eat this bread or drink this chalice unworthily shall be guilty of the body and blood of the Lord . . . For he who eats or drinks unworthily, eats and drink judgment to himself, not discerning the body of the Lord (1 Cor 11:27,29).

Peter, you know very well that your office does not belong to you for your gratification, but to bring the children back into the Divine Heart of God our Father. This is the only scope of your office; no other. So, Peter, do not act like your ancestor! Do not become the temporary instrument of darkness in a world dying for light. Correct your error and revoke what you have said!